feministArte creatività al femminile

feministarte-DALE ZACCARIA-COLLAGE

https://feministarte.wordpress.com/
womeninculture.wixsite.com/feministarte

Il progetto che ho creato feministArte vuole evidenziare i talenti e le creatività al femminile attraverso la collaborazione tra le artiste e le diverse arti. Al momento sono stati fatti due progetti che si sono conclusi, uno tra la poesia e la danza e un altro tra la poesia e la pittura. Negli anni ho collaborato con molte artiste donne e le collaborazioni come i rapporti d’amore a volte sono più proficui e incisivi ed altri meno. Questo ovviamente dipende anche dalle affinità che ci sono tra le persone-artiste.
Il progetto prosegue attraverso nuove collaborazioni e pubblicazioni. Con un’attenzione particolare al mondo delle donne indigene e sud-americane. Alle problematiche che questi corpi-territori femminili hanno, soprattutto per quello che riguarda l ‘oppressione e la violenza capitalistica e delle multinazionali.
Parlare di donne attraverso le donne, attraverso il linguaggio artistico, con serietà ed impegno, una serietà ed un impegno che sono imprescindibili se si vogliono portare avanti certe cause e tematiche.
Le prime due collaborazioni con la danza e la pittura sono state una sorta di passaggio sperimentale, per poter affinare al meglio la progettualità del contenitore feministArte.
Per questo ci saranno nuove collaborazioni, un nuovo libro di poesia e pittura accompagnato però da una mostra e da una concretezza maggiore. Così come nuovi lavori di sola poesia con taglio femminile, un saggio, e opere di commistioni con altri arti quali la musica.
Ho eliminato tutto quello che può essere da ostacolo, o ritardare il senso più alto del progetto, che ripeto, è trattare il femminile con massima serietà e dare voce al complesso mondo delle donne nei vari posti del mondo , con passione e determinazione, anche per rendere in qualche modo giustizia, alle tante ingiustizie che le donne vivono e subiscono in una società impregnata di capitalismo, patriarcato e violenza.

Tu Lucha es mi lucha – Voci di donne dell’America Latina

Tu Lucha es Mi lucha sabato 1 aprile casa delle donne Lucha Y Siesta

 

EVENTO FB QUI

Il secondo appuntamento di “Tu Lucha es mi Lucha”… è dedicato alle donne argentine in Lotta! Dalle Madri di Plaza de Mayo a Ni Una Menos (…)Sabato 1 Aprile alla Casa delle donne di Roma Lucha y Siesta. Via Lucio Sestio 10,Roma METRO A Lucio Sestio.

TU LUCHA ES MI LUCHA
voci di donne dall’ America Latina
testimonianze- reading-musica-cena tipica
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
ARGENTINA: dalle Madri di Plaza de Mayo a Ni una Menos

Nel giugno 2015 la voce delle donne argentine si è unita in unico e potente grido che si è propagato nelle piazze dell’intero paese
“Ni una mujer menos, ni una muerta mas”
Nessuna donna deve essere più vittima di femminicidio, la violenza maschile deve terminare.
Ancora una volta sono le donne a scuotere l’Argentina di fronte alla violenza fisica, economica, psicologica che si è fatta sempre più pressante nei loro confronti.
Una lotta che affonda le radici lontano, nelle instancabili madri di Plazo de Mayo e che allo stesso tempo se ne differenzia e si estende anche al di fuori del paese sino ad esplodere con lo sciopero globale delle donne dell’ 8 marzo.

Ci porta la sua testimonianza di donna, di argentina e attivista Isabel de Lejos e allarghiamo lo sguardo grazie agli interventi
dell’ antropologa Giada Gentile e della poetessa Dale Zaccaria.

Una serata di approfondimento ma anche di musica e poesia per conoscere più da vicino la realtà argentina e le donne di ieri e di oggi che lottano.
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
PROGRAMMA
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
ore 19.00
-incontro con Isabel de Lejos attivista e cantautrice argentina
intervengono
l’antropologa culturale Giada Gentile
la poetessa Dale Zaccaria
ore 20.00
– “En el nombre de la mujer” reading di Dale Zaccaria
a seguire
– concerto della cantautrice argentina Isabel de Lejos
21.00
– cena tipica argentina a cura della Casa delle Donne Lucha y Siesta

Sciopero internazionale delle donne 8 Marzo 2017 Jazz Music Poetry

sciopero internazionale donne 8 marzo 2017 adesione nel nome della donna jazz music poetry dale zaccaria.png

8 Marzo sciopero internazionale delle donne aderiamo e sosteniamo artisticamente. Venerdì 10 Marzo Nel nome della donna, jazz music poetry al Circolo Arci Arcobaleno a Garbatella.
Voce e testi Dale Zaccaria – Giancarlo Federico flauto traverso sonorità percussioni – chitarra Gian Nicola Belcastro. Ingresso euro 7,00 via Pullino 1 Roma-Garbatella zona teatro Palladium.

ARCI ARCOBALENO ROMA VIA PULLINO 1
8 Marzo 2017 VERSO LO SCIOPERO INTERNAZIONALE DELLE DONNE

Da Verona parte la prima tappa di un omaggio a Dario Fo e Franca Rame che vedrà coinvolte numerose città italiane dove saranno organizzati eventi e mostre per tutto il 2017

omaggio-a-dario-fo-e-franca-rame-musalab

Programma dettagliato clicca QUI

COMUNICATO STAMPA
«Ma quando dormivamo?! Abbiamo vissuto insieme, per tanto tempo,
una quantità di storie che in dieci libri non si possono ricordare»
Franca Rame e Dario Fo, 2012

Giovedì 22 dicembre, alle ore 10.00, presso la sede dell’Archivio di Stato di Verona in Via Santa
Teresa 12, che ospita il Museo Archivio Laboratorio MusALab Franca Rame Dario Fo, si terrà la
conferenza stampa che darà inizio all’anno dedicato a Dario Fo e Franca Rame. Uno speciale
omaggio ideato in collaborazione con la Direzione Generale Archivi MIBACT che si svolgerà in più
tappe fino a novembre 2017 con eventi e mostre, dedicati ai due artisti, in diverse città italiane. Il
percorso di vita e arte sarà raccontato attraverso i materiali dell’Archivio Franca Rame Dario Fo,
patrimonio culturale a respiro internazionale, riconosciuto dal MIBACT di “interesse storico
particolarmente importante”.
Prima tappa di questo omaggio sarà Verona con il progetto “Ma che aspettate a batterci le mani.
Omaggio a Dario Fo e Franca Rame” che durerà dal 22 dicembre al 20 gennaio.
Nella giornata del 22 dicembre, a seguito della conferenza stampa, verranno inaugurate
tre esposizioni allestite in luoghi emblematici della città per raccontare alcuni capitoli
del ricco patrimonio dell’Archivio Franca Rame Dario Fo.
Le esposizioni, allestite in collaborazione con allievi di Accademia di Belle Arti, Educandato Statale
Agli Angeli e Università, saranno aperte al pubblico il 22 e il 23 dicembre e dal 2 al 20 gennaio
2017.

A seguito della Conferenza Stampa il 22 dicembre, presso l’Archivio di Stato, verrà inaugurata
la mostra: “Famiglia d’Arte – Dalla Famiglia Rame alla Compagnia Teatrale Fo Rame”.
Fra le innumerevoli compagnie marionettistiche, grandi e piccole, che hanno percorso le provincie
dell’Italia settentrionale fra la metà dell’800 e i primi dieci anni del ‘900, la compagnia Rame
merita un ricordo particolare. Per oltre quarant’anni d’interrotto vagabondare, Pio e Domenico
Rame hanno toccato, con il loro teatro viaggiante, quasi ogni borgo e ogni villaggio del Piemonte,
della Lombardia e dell’Emilia, lasciando una memoria ancor oggi viva di applausi e di consensi.
Alle ore 14.00, presso l’Educandato Statale Agli Angeli, sarà presentata la mostra e laboratorio
creativo: “Un incontro straordinario: Cantiere Aperto – Dalla pittura alla scena”.
Ispirandosi agli spettacoli teatrali Johan Padan a la descoverta de le Americhe (1991) e Isabella, tre
caravelle e un cacciaballe (1963) ai quali è dedicata la mostra, gli studenti allestiranno un “cantiere
aperto” dedicato all’incontro con l’opera di Dario Fo e Franca Rame nell’ottica di un laboratorio
creativo sulla multiculturalità. All’interno del percorso espositivo verranno allestite delle
postazioni per offrire l’occasione al visitatore di raccontare a sua volta un “incontro straordinario”
lasciando un proprio scritto, una foto o elaborando un disegno-pittura. I “racconti” lasciati dai
visitatori faranno da canovaccio agli allievi impegnati nel progetto per la realizzazione di uno
spettacolo teatrale.

Alle ore 16.00, presso il Polo Santa Marta dell’Università di Verona, sarà presentata la mostra
“L’opera lirica e i colori della regia”.
«Nell’opera buffa c’è la satira sociale, la voglia di far emergere le follie di un’intera società, con le
sue divisioni in classi. Qui e non altrove sopravvivono i tipi della commedia dell’arte, dal vecchio
che detiene il potere, sino al servo astuto che cerca sempre il proprio vantaggio.
L’opera buffa ha bisogno di essere vissuta, agita, danzata, mimata, con le situazioni, le esplosioni,
le cadute, tutto ciò che le dà un taglio chiaro. Nel passato, l’opera era quello che oggi sono i
concerti rock: un momento per giovani fatto da giovani, e capace di suscitare grandi entusiasmi.
Questa è la strada per farla rivivere, restituirla alla sua dimensione “popolare” per tutti, ed è
possibile solo coinvolgendo i giovani. “non accettate mai il terrorismo dei classici” ammoniva
Brecht e io sono assolutamente d’accordo: guai a chi si dimentica dei tempi in cui vive».
Dario Fo, 1994.

LA COLLABORAZIONE CON GLI STUDENTI – Con gli allievi dell’Accademia di Belle Arti si è
pensato di dare vita a un laboratorio, al quale parteciperanno anche studenti di licei e università,
durante il quale la Compagnia Teatrale Fo Rame, che dirige le attività del MusALab, coordinerà gli
studenti per curare l’allestimento delle tre esposizioni, produrre materiale di comunicazione,
documentare l’evento e formare gli stessi studenti per fare da guide ai visitatori delle mostre.
L’obiettivo di questo laboratorio è di valorizzare e comunicare il patrimonio storico in favore
dell’impresa culturale, della professionalizzazione e del turismo per rispondere alle richieste
cittadine di conoscere, collaborare e progettare insieme partendo dal recupero della memoria del
contesto in cui i patrimoni si inscrivono.
Con il progetto Ma che aspettate a batterci le mani. Omaggio a Dario Fo e Franca Rame la direzione
del MusALab e degli Archivi di Stato vogliono sollecitare una condivisione di studi e di
progettualità intorno al ricco e trasversale patrimonio dell’Archivio Rame Fo che è stato
riconosciuto come patrimonio di interesse culturale.
Come afferma Franca Rame nella presentazione video, l’Archivio Rame Fo è patrimonio
internazionale e “libero”. Proprio per questo Il Museo Archivio Laboratorio MusALab Franca Rame
Dario Fo si propone di lavorare per un’arte diffusa che arrivi ad aprire le porte di ogni città usando
il teatro e lo spettacolo per l’incontro e la conoscenza.

IL MUSALAB E IL PROGETTO “UN ANNO CON DARIO FO E FRANCA RAME” – La direzione
del Museo Archivio Laboratorio MusALab Franca Rame Dario Fo, inaugurato a Verona il 23 Marzo
2016, e la Compagnia Teatrale tutta, cureranno l’installazione delle esposizioni e seguirà la
realizzazione degli eventi che animeranno le città Italiane protagoniste, inoltre si impegnano a
realizzare nei prossimi mesi l’installazione permanente della mostra multimediale come sognato
da Franca Rame. In attesa che si concludano i lavori agli spazi espositivi di via S. Teresa la
Compagnia Teatrale Fo Rame sta progettando i numerosi percorsi che articoleranno l’esposizione:
percorsi fisici e virtuali di conoscenza e comunicazioni

Nel nome della donna studio di danza e poesia in II tempi

dale-zaccaria-simonetta-ottone

Il Circolo letterario Franca Rame e l’Associazione “Vengo da Primavalle” sono lieti di invitarvi Sabato 3 dicembre, alle ore 18.30 presso la Sala Basaglia (all’interno del parco del Santa Maria della Pietà – Roma), all’evento “Nel nome della donna. Studio di danza e poesia”, a cura di Dale Zaccaria e Simonetta Ottone.
Celebreremo insieme con le protagoniste la giornata internazionale contro la violenza sulle donne.
Nel primo tempo, assisteremo ad un viaggio nel femminile attraverso la voce e il corpo, la recitazione e il movimento.
Con testi poetici che affrontano l’universo della donna, questo mondo vasto e complesso spesso abusato e discriminato.
Da qui momenti dello spettacolo che attraverseranno la storia delle donne con le liriche Madres De Plaza de Mayo, Le donne di Juarez, Canto per Malalai Joya.
Argentina, Messico, Afghanistan terre dove il corpo delle donne delle figlie e delle madri sono territori di ferita, lotta e speranza contro la violenza politica sociale umana.
Fino a momenti più lirici, di Inno e di canto della donna.
Queste dimensioni verranno tutte narrate ed espresse anche dalla danza.
Il secondo tempo dello spettacolo invece sarà la messinscena del monologo di Alda Merini “La pazza della porta accanto” dove si affronterà la dimensione della donna e del manicomio.
Anche qui la danza accompagnerà con interventi corporei la drammatizzazione.

Animada libro di poesia e fotografia dedicato alla Sardegna

animada_dale-zaccaria_martha_pulina

Animada è un libro dedicato alla Sardegna, contenente fotografie scattate a Orosei, Orani, Oliena, Dorgali e un racconto di Martha Pulina. Dieci liriche sia in italiano che in lingua sarda di Dale Zaccaria. La traduzione in sardo è a cura di Martino Corimbi. Un omaggio a questa bellissima terra attraverso versi e immagini che ne ritraggono momenti, spazi, suoni e silenzi. Animada è un termine sardo che significa animare, incoraggiare. Il fil rouge che attraversa questa silloge è la Sardegna stessa, raccontata in scatti e parole, una terra forte e incontaminata, terra che è già visione e poesia, di cui in questo testo ne vengono rapiti e restituiti scorci e frammenti. In copertina foto di Angela Maria Cabiddu.

ACQUISTA ORA

HERMANA – Descolonicemonos

La colonización instauró estructuras económicas, políticas, sociales y culturales con características racistas, machistas, heteropatriarcales y homófobas que aún hoy se mantienen y que, en muchos aspectos, son la base de las desigualdades, los conflictos sociales, las violaciones a los derechos humanos y la vulnerabilidad de de las poblaciones originarias.

HERMANA LIRICA da ANIMO DE AMOR, CANTO MADRID testo e voce DALE ZACCARIA con Laura Rebolledo Génisson TABACALERA MADRID

Animo de amor, Canto Madrid in uscita

copertina_alta_risoluzione_animo_de_amor_dale_zaccaria

In uscita Animo de amor, Canto Madrid poesia cartaceo e poi in E-Book. PP. 37 euro 9,00

Animo de amor, canto Madrid è una piccola silloge di liriche nate e scritte nella capitale spagnola nell’Agosto del 2016 dove vita incanto amore e sogno si incontrano in una narrazione poetica immediata e asciutta, in un versificare caldo e intenso.  Il testo contiene anche una componente sociale- politica e di attenzione al femminile come nella poesia Le donne di Juárez in Messico vittime oramai dal 1993 di brutali violenze sparizioni e torture o nella lirica La Paz dedicata agli accordi di pace raggiunti in Colombia dopo un conflitto durato più di cinquant’anni. I temi sociali e del femminile sono parte della poetica dell’autrice che già in altre liriche affronta i conflitti umani e storici della nostra società con un occhio particolare al mondo delle donne. La seconda sezione del libro dal titolo Poesía Blanca contiene liriche tradotte in spagnolo da madri anime viaggiatrici e una riproduzione di un disegno su la lirica En el nombre de la mujer di un’artista del Paraguay, sinergia tra poesia e disegno nata anch’essa a Madrid. Il dipinto in copertina è opera di una pittrice spagnola e insegnate di yoga, Rosita.

Tributo alPoeta. ACTO I MADRID

Tributo a Lorca Madrid Dale Zaccaria

Tributo alPoeta.
ACTO I
Se cumplen 80 años del asesinato de Federico García Lorca,
motivo para honrar su memoria con lo mejor de nuestro arte. Pintura, Fotografía, Instalación, Performance, Videoarte, Danza, Cuentacuentos, Poesía, Poesía, Poesía…
Con la participación de Andrés Del Collado, Juan Carlos Orellana Galaz, Titina Rauschenberg, Dale Zaccarias, Apolo Ultraser, Wilaya, Julio González, Jota Marin, Juan Cuevas y quienes se vayan sumando.
Ven y comparte tu arte. Estamos abiertos a los aportes espontáneo… Somos un espacio en construcción
P.D. Hay un altar donde Federico espera tus ofrendas >bebidas espirituosas, frutos tropicales, comida, papeo, tentenpie, poemas, flores, yerbas varias, abrazos y lo que se te ocurra<

sabado 20 Agosto MADRID GALLERIA ART DESIGN

EVENTO FB